in aderenza


  •  Partizioni verticali    Contropareti


1.PARETE PERIMETRALE+INTONACO   2.AEROGEL AF   3.FINITURA

VOCE DI CAPITOLATO


  • Al supporto murario che dovrà presentarsi solido, asciutto, planare ed in generale idoneo all'applicazione del sistema, saranno applicati pannelli termoisolanti compositi in aerogel e lastra in gessofibra tipo AEROGEL AF (www.ecofine.it) con le seguenti caratteristiche:

  • dimensioni 1480x1000mm con quattro bordi ribassati per uno spessore nominale, comprensivo di lastra, pari a 25/35/45/55/65/75 mm (compreso lo spessore della lastra gessofibra di 15mm)
  • resistenza termica R rispettivamente 0,69/1,34/1,99/2,64/3,29/3,94 m2K/W
  • conducibilità termica componente isolante λD 0,015 W/mK
  • fattore di resistenza alla diffusione del vapore acqueo: isolante µ 13, lastra µ 13
  • densità nominale: isolante 200 kg/m3 ± 10%, lastra 1150 kg/m3 ± 5%
  • Euroclasse di reazione al fuoco: isolante B/s1/d0, lastra A2/s1/d0
  • Prima di iniziare i lavori di posa dei pannelli sarà applicato del nastro di separazione in corrispondenza dei punti di connessione a parete e soffitto;

  • pannelli AEROGEL AF saranno posizionati con il lato corto su un elemento desolidarizzante, in appoggio al piano pavimento, lasciando una fuga di 6-7mm dalle pareti laterali. Sarà verificato il piombo e se necessario spessorata la base. I pannelli con bordo ribassato saranno posati a diretto contatto tra loro;

  • Si procederà con la foratura mediante trapano quindi alla tassellatura in ragione di 8 fissaggi/m2 , posizionati ad una distanza di ca. 70 mm dal bordo, iniziando dai fissaggi centrali e a seguire lungo i bordi;

  • lo schema di posa sarà a correre sfalsato, i giunti ribassati tra i pannelli saranno sigillati con l'apposito stucco tipo AF5901/AF5902 applicato in due mani con interposto nastro in carta microforata di rinforzo tipo AF5906. Sarà effettuata preliminarmente una accurata pulizia delle superfici dai residui di polvere;

  • Si procederà infine con il ciclo di finitura previsto in funzione del livello qualitativo desiderato.

Linee guida per controparete a secco AEROGEL AF

VANTAGGI


La soluzione costituita da controparete a secco posata in aderenza è largamente utilizzata nelle ristrutturazioni interne dei locali in quanto a fronte di una minima riduzione dello spazio abitativo è possibile ottenere un notevole aumento del comfort termico ed acustico con costi di manodopera contenuti ed assoluta facilità di posa.

Le elevate proprietà meccaniche e la compattezza del gessofibra consentono di disporre di un supporto robusto e adatto all'applicazione di carichi puntuali o distribuiti.

La natura fibrosa dell'isolante in aerogel e l'elevata densità del gessofibra permettono ad AEROGEL AF di migliorare sensibilmente le caratteristiche termoacustiche delle partizioni oggetto d'intervento in pochi millimetri di spessore.

NOTE TECNICHE


1.| IMPIEGO DI FRENO O BARRIERA AL VAPORE

Qualora in funzione delle caratteristiche della partizione e delle condizioni termo-igrometriche a contorno si rendesse necessario l'impiego di barriera o freno al vapore, si procederà con la posa dell'elemento sopra AEROGEL AF senza soluzione di continuità.

A chiusura sarà posata ulteriore lastra in gesso rivestito o gessofibra fissata con modalità "lastra su lastra" a mezzo di idonee viti.

In questo caso è possibile omettere la stuccatura dei giunti di AEROGEL AF, che sarà puntualmente eseguita sulla lastra superiore di chiusura.

 

1.PARETE PERIMETRALE+INTONACO   2.AEROGEL AF   3.BARRIERA/FRENO AL VAPORE   4.LASTRA   5.FINITURA

 

 

2.| IMPIEGO IN LOCALI BAGNO E ZONA DOCCIA

AEROGEL AF rappresenta un'efficace soluzione per l'isolamento dei locali bagno e doccia.

Sul pannello -fissato al supporto e con giunti, fughe e teste delle viti stuccati- possono essere applicati tutti i tipi di piastrelle in materiale ceramico e sintetico con la normale posa mediante collante.

Applicare una mano di fondo se viene richiesta dal produttore dell’adesivo per l'incollaggio specifico su lastre in gesso. La mano di fondo deve essere perfettamente asciutta prima di procedere con la posa delle piastrelle.  

Utilizzare collanti per piastrelle con scarso contenuto d’acqua come ad es. polvere cementizia con additivi plastici (le cosiddette colle flessibili). Il lato da incollare delle piastrelle deve trovarsi con almeno l’80% della superficie nel letto di collante. Per le fughe si devono utilizzare malte flessibili per giunti.

Nel caso di superfici soggette a presenza d’acqua -situazione tipica l’area della doccia o della vasca da bagno- è necessario applicare una impermeabilizzazione supplementare prima della posa del rivestimento. A questo scopo si possono utilizzare guaine liquide mono-bicomponenti da applicare in una o più mani. La posa del rivestimento avverrà con l'impego di collanti cementizi in polvere con additivi plastici. 

Utilizzare le normali tecniche ed accorgimenti per una corretta posa.

 

 

1.PARETE INTONACATA   2.AEROGEL AF   3.IMPERMEABILIZZAZIONE CON GUAINA LIQUIDA   4.ADESIVO   5.RIVESTIMENTO

 

Prodotto indicato

Impiego

Isolamento interno di partizioni verticali confinanti con l'esterno o con ambienti non climatizzati realizzato con controparete interna fissata in aderenza alla parete perimetrale, senza orditura. Lo strato isolante è costituito da AEROGEL AF pannello composito in aerogel e gessofibra

 

VERS. 2.3.4

STRATIGRAFIE DI ESEMPIO


Dati elaborati con software certificato. Simbologia:  U = Trasmittanza termica,  Yie = Trasmittanza termica periodica,  fd = Attenuazione,  ϕ = Sfasamento,  Cip = Capacità termica periodica interna

1) MURATURA IN LATERIZIO FORATO

 

 

 AEROGEL AF

 Intonaco interno 15 mm

 Blocco forato 80 mm

 Intonaco esterno 15 mm

Parametri caratteristici in funzione dello spessore di AEROGEL AF

 

 

senza isolante*

25 mm

35 mm

45 mm

55 mm

65 mm

75 mm

U [W/m²K]

1,022

0,597

0,430

0,336

0,276

0,234

0,203

Yie [W/m²K]

0,523

0,166

0,099

0,070

0,053

0,042

0,034

fd

0,512

0,278

0,230

0,208

0,193

0,181

0,169

ϕ [h]

7h 25'

9h 38'

10h 11'

10h 39'

11h 10'

11h 44'

12h 22'

Cip [KJ/m²K]

51,39

25,73

21,89

21,11

21,07

21,25

21,47

* Considerando i soli elementi 2, 3 e 4

2) MURATURA IN CALCESTRUZZO

 

 

 AEROGEL AF

 Intonaco interno 15 mm

 Blocco CLS forato 250 mm

 Intonaco esterno 15 mm

 

Parametri caratteristici in funzione dello spessore di AEROGEL AF

 

 

senza isolante*

25 mm

35 mm

45 mm

55 mm

65 mm

75 mm

U [W/m²K]

1,412

0,712

0,487

0,370

0,298

0,250

0,215

Yie [W/m²K]

0,426

0,111

0,065

0,046

0,035

0,028

0,023

fd

0,301

0,157

0,134

0,124

0,117

0,111

0,105

ϕ [h]

9h 43'

11h 33'

11h 59'

12h 23'

12h 52'

13h 25'

14h 03'

Cip [KJ/m²K]

62,64

24,27

20,88

20,43

20,60

20,92

21,25

Considerando i soli elementi 2, 3 e 4

3) MURATURA IN PIETRA

 

 

 AEROGEL AF

 Intonaco interno 15 mm

 Blocchi pietra 500 mm

 Intonaco esterno 15 mm

Parametri caratteristici in funzione dello spessore di AEROGEL AF

 

 

senza isolante*

25 mm

35 mm

45 mm

55 mm

65 mm

75 mm

U [W/m²K]

2,401

0,898

0,567

0,414

0,326

0,269

0,229

Yie [W/m²K]

0,231

0,048

0,028

0,019

0,015

0,012

0,009

fd

0,096

0,054

0,049

0,046

0,045

0,043

0,041

ϕ [h]

13h 6'

14h 21'

14h 41'

15h 02'

15h 29'

16h 02'

16h 39'

Cip [KJ/m²K]

77,48

22,79

20,03

19,92

20,28

20,73

21,14

Considerando i soli elementi 2, 3 e 4

 

4) MURATURA IN LATERIZIO PIENO

 

 

 AEROGEL AF

 Intonaco interno 15 mm

 Laterizio pieno 380 mm

 Intonaco esterno 15 mm

Parametri caratteristici in funzione dello spessore di AEROGEL AF

 

 

senza isolante*

25 mm

35 mm

45 mm

55 mm

65 mm

75 mm

U [W/m²K]

1,475

0,727

0,494

0,374

0,301

0,252

0,216

Yie [W/m²K]

0,247

0,060

0,035

0,024

0,019

0,015

0,012

fd

0,168

0,083

0,071

0,066

0,062

0,059

0,056

ϕ [h]

12h 46'

13h 55'

14h 19'

14h 43'

15h 11'

15h 44'

16h 22'

Cip [KJ/m²K]

64,92

23,15

20,26

20,04

20,35

20,76

21,26

Considerando i soli elementi 2, 3 e 4

4. Stratigrafie di Esempio
Muratura in laterizio forato

①AEROGEL AF
② intonaco interno 15 mm
③ blocco forato 80 mm
④ intonaco esterno 15 mm

 

  senza isolante* 10 mm 20 mm 30 mm 40 mm 50 mm 60 mm
U [W/m²K] 1,022 0,597 0,430 0,336 0,276 0,234 0,203
Yie [W/m²K] 0,523 0,166 0,099 0,070 0,053 0,042 0,034
fd 0,512 0,278 0,230 0,208 0,193 0,181 0,169
ϕ [h] 7h 25' 9h 38' 10h 11' 10h 39' 11h 10' 11h 44' 12h 22'
Cip 51,39 25,73 21,89 21,11 21,07 21,25 21,47
* considerati i soli elementi 2, 3, 4
Simbologia:
U = Trasmittanza termica 
Yie = Trasmittanza termica periodica 
fd = Attenuazione 
ϕ = Sfasamento
Cip = Capacità termica periodica interna