Prestazioni a confronto


Conducibilità e resistenza termica dichiarate degli isolanti della linea AEROGEL sono di seguito elencati

Caratteristica Norma Simbolo (u.m.) Valore in funzione dello spessore (mm)
6 10 20 30 40 50 60
Conducibilità termica UNI EN 13162 λD (W/mK) 0,015
Resistenza termica UNI EN 13162 RD (m2K/W) 0,35 0,65 1,30 1,95 2,60 3,25 3,90

CONFRONTO PRESTAZIONI TERMICHE


La prestazione di un isolante termico non può basarsi unicamente sulla proprietà di conducibilità termica λ .

Questo parametro sebbene indispensabile per la determinazione delle prestazioni invernali non è difatti sufficiente per determinare quelle estive che coinvolgono anche densità e calore specifico.

La diffusità termica, rapporto tra conducibilità e capacità termica volumica (prodotto di densità e calore specifico), indica l'attitudine di un materiale a farsi attraversare -più o meno velocemente- da un transitorio termico.

Grazie alla bassa conducibilità termica ed alta densità, gli isolanti della linea AEROGEL possiedono una diffusità termica estremamente contenuta.

Ciò determina una caratterizzazione ad elevata inerzia termica paragonabile ai materiali in lana di legno.

 

DIFFUSIVITA' TERMICA : AEROGEL Vs. Isolanti tradizionali


 

Materiale

Densità

Calore Specifico

Conducibilità termica

Diffusità termica (m2/s)

AEROGEL

200

1030

0,015

0,81E-7

Lana Legno mineralizzata

440

1810

0,065

0,81E-7

Fibra di Legno

160

2100

0,040

1,19E-7

Sughero

150

1560

0,041

1,75E-7

Lana minerale alta densità

150

1030

0,038

2,45E-7

Poliuretano

40

1450

0,028

4,82E-7

Lana minerale

50

1030

0,035

6,79E-7

EPS

35

1450

0,035

6,89E-7

 

Un intervento coibente soddisfacente e performante nel tempo non può limitarsi alla sola riduzione del flusso termico uscente nella fase invernale, ma deve poter attutire anche il flusso termico entrante nella stagione estiva, migliorando comfort e benessere.

La EN ISO 13786 fornisce il metodo di calcolo per la definizione dei due parametri che descrivono il fenomeno inerziale in regime variabile estivo ossia sfasamento ed attenuazione.  

I bassi valori di conducibilità e diffusità termica rendono la prestazione dei prodotti AEROGEL unica fra tutti gli isolanti presenti sul mercato, garantendo elevate performance sia invernali che estive. 

 

RESISTENZA TERMICA : AEROGEL Vs. Isolanti tradizionali


TRASMITTANZA TERMICA IN FUNZIONE DELLO SPESSORE DI AEROGEL


Secondo quanto determinato dalla EN ISO 6946 con soli 10mm di spessore il pannello AEROGEL è in grado di abbattere del 50% la trasmittanza di una parete con resistenza termica iniziale pari a 0,45 m²K/W (corrispondente ad una U di ca. 1.60 W/m²K), del 67% con uno spessore di 20mm, del 75% con uno spessore di 30mm, del 80% con uno spessore di 40mm, del 84% con uno spessore di 50mm e del 86% con uno spessore di 60mm.

Considerando un tempo standardizzato basato sui gradi giorno -ad.esempio per Verona 2468 GG- e supponendo un costo medio del metano pari a EUR 1,00/m³ , il risparmio economico medio atteso sarà pari a EUR 4,80/m²anno con lo spessore 10mm, EUR 6,40/m²anno con 20mm, EUR 7,17/m²anno con 30mm, EUR 7,64/m²anno con 40mm, EUR 7,94/m²anno con 50, EUR 8,17/ m²anno con 60mm (i m² si riferiscono alla superficie delle pareti oggetto di intervento).

Come si nota facilmente dalla comparazione dei dati non risponde al vero che a fronte di un raddoppio dello spessore dell'isolante (ad es. 20mm anzichè 10mm) il beneficio termico reale raddoppi. La trasmittanza termica non va infatti confusa con la resistenza termica. Il calcolo della trasmittanza,come previsto dalla su indicata norma, vale universalmente per qualsiasi tipo di partizione coibentata con qualsiasi materiale isolante.