Impermeabilizzazione bituminosa sotto massetto


  •  Coperture piane    Praticabili  


 

1.PARTIZIONE ORIZZONTALE

2.STRATO DELLE PENDENZE

3.BARRIERA AL VAPORE

4.AEROGEL A2

5.MEMBRANA BITUMINOSA (PRIMO STRATO)

6.MEMBRANA BITUMINOSA (SECONDO STRATO)

7.TNT/STRATO DI SEPARAZIONE

8.MASSETTO

9.RIVESTIMENTO

VOCE DI CAPITOLATO


  • Su manto impermeabilizzante esistente che dovrà presentarsi integro, funzionale ed in generale idoneo all'applicazione del sistema - o qualora non presente su barriera al vapore da posarsi ex novo - sarà posato un  materassino termoisolante in aerogel tipo AEROGEL A2 (www.ecofine.it) con le seguenti caratteristiche:

  • dimensioni 1480x740 mm per uno spessore nominale pari a 10/20/30 mm oppure in rotoli per uno spessore nominale paria a 6/10 mm in strati sovrapponibili fino a max. 30 mm
  • resistenza termica RD rispettivamente 0,35(6)/0,65(10)/1,30(20)/1,95(30) m2K/W
  • conducibilità termica λD 0,015 W/mK
  • fattore di resistenza alla diffusione del vapore acqueo µ 13
  • assorbimento d’acqua nel lungo periodo Wp e Wip= 0 kg/m2 
  • resistenza a compressione σ10 pari a 55 KPa  
  • densità nominale pari a 200 kg/m3 ± 10%
  • Euroclasse di reazione al fuoco B/s1/d0
  • Sarà  posata una prima membrana bituminosa in indipendenza, fissata alla partizione orizzontale lungo il perimetro ed al piede delle strutture verticali a mezzo di idonei tasselli con piattello di ancoraggio;

  • Al piede delle strutture verticali e sull'intero perimetro saranno posizionati adeguati elementi di smusso in fibra minerale;

  • Si procederà al raccordo della membrana bituminosa con le strutture verticali mediante strisce di guaina posate in aderenza;

  • Sarà posata una seconda membrana bituminosa in totale aderenza alla prima ed a giunti sfalsati rispetto ad essa, quindi si procederà al raccordo tra seconda membrana e strutture verticali mediante strisce di guaina posate in aderenza;

  • Sarà disteso uno strato di separazione in tessuto non tessuto di idonea grammatura e risvoltato sui bordi verticali;

  • Verrà gettato in opera idoneo massetto armato di spessore adeguato alla destinazione d'uso ed al tipo di rivestimento;

  • In ultima battuta sarà posato il rivestimento previsto.

VANTAGGI


L'impiego di AEROGEL A2 nelle coperture piane praticabili consente di ridurre al minimo l'ingombro complessivo del pacchetto garantendo la massima performance termica. 

Nel caso di ristrutturazioni o riqualificazioni sarà possibile mantenere invariate le quote delle soglie esistenti senza dover rinunciare alle trasmittanze di progetto. La stabilità delle caratteristiche termo-fisiche e dimensionali di AEROGEL A2 è garantita anche quando l'isolante viene sottoposto alle più gravose sollecitazioni. Ciò risulta essenziale per la tipologia di isolamento in oggetto che deve risultare necessariamente duraturo nel tempo.

La scelta di tutti i componenti costituenti il sistema è condotta  prediligendo affidabilità e qualità.

Per superfici estese la versione in rotolo consente maggiore rapidità di posa oltre ad una semplificazione logistica del cantiere.

Prodotto indicato

Impiego

Isolamento di copertura piana praticabile eseguito con tecnica “tetto caldo” su solaio in laterocemento con pendenza non superiore al 5%; strato isolante realizzato in AEROGEL A2 posato sopra barriera a vapore; impermeabilizzazione composta da doppio strato di membrana bituminosa; finitura con rivestimento in ceramica o similare posata su idoneo massetto

 

DS D-5.47

STRATIGRAFIA DI ESEMPIO


Dati elaborati con software certificato. Simbologia:  U = Trasmittanza termica,  Yie = Trasmittanza termica periodica,  fd = Attenuazione,  ϕ = Sfasamento,  Cip = Capacità termica periodica interna

 

 

 Intonaco intradosso 15 mm

 Solaio in laterocemento costituito da travetti con fondelli in laterizio, pignatte di alleggerimento e soletta di completamento sp. 240 mm

 Strato delle pendenze 60 mm

 Barriera al vapore

 AEROGEL A2

 Doppio strato membrana bituminosa 

 Strato di separazione TNT

 Massetto 50 mm 

 Rivestimento 10 mm

Parametri caratteristici in funzione dello spessore di AEROGEL A2

 

 

senza isolamento*

10 mm

20 mm

30 mm

U [W/m²K]

1,414

0,722

0,491

0,372

Yie [W/m²K]

0,393

0,109

0,064

0,045

fd

0,278

0,152

0,130

0,120

ϕ [h]

10h 15'

11h 48'

12h 13'

12h 38'

Cip [KJ/m²K]

66,76

62,54

61,86

61,57

* Escludendo gli elementi 5 6