Pilastro in linea


  •  Ponti termici


 

B    
   
C   1.AEROGEL A2

 

 

 

 

 

VOCE DI CAPITOLATO


Per voce di capitolato ed indicazioni di posa fare riferimento a SOLUZIONI/ISOLAMENTO A CAPPOTTO

STRUTTURA DI ESEMPIO


PARTIZIONE: blocco di tamponamento in laterizio sp. 80+150 mm; EPS in intercapedine sp. 40 mm; intonaco interno ed esterno sp. 20+20 mm 

PILASTRO : calcestruzzo armato al 2% da 270x270 mm

ANALISI DEL NODO


Si riportano lo stato iniziale del nodo e le due tipologie di intervento correttivo:

A - Pilastro privo di correzione (stato iniziale)

B- Pilastro corretto con AEROGEL A2 sp. 10 mm parzialmente avvolgente

C- Pilastro corretto con cappotto esterno continuo in AEROGEL A2 sp. 30 mm

Parametri caratteristici in funzione della tipologia d'intervento

 

 

A

B

C

U(W/m2K) *

0,715

0,598

0,282

U (W/m2K)

0,548 0,548 0,264

Ψi  (W/mK)

0,839 0,253 0,094

Tsi,min (°C)

13,7 17,1 18,5

 

*Calcolato su parete con dimensioni interne 5x2,60 mt. e pilastro corrente tutta altezza
Simbologia : "Um"=Trasmittanza termica media comprensiva di ponte termico - "U"=Trasmittanza termica parete - " Ψi "=Trasmittanza termica lineica interna - " Tsi , min "= Temperatura superficiale minima interna. Dati climatici esterni : Arcole (VR) zona climatica "E". Dati climatici interni : Classe di concentrazione UNI EN ISO 13788. Analisi bidimensionale agli elementi finiti secondo UNI EN ISO 10211 elaborata con software validato
 
Il grafico mostra la maggiorazione in % della trasmittanza termica di parete "U" in virtù della presenza del pilastro nei tre casi A , B e C . Fornisce quindi il "peso" del ponte termico incidente sulla trasmittanza media "Um" della parete.
 
 

Tipologia A

L'immagine IR mostra come la formazione di muffe sia inevitabile  con una temperatura superficiale minima raggiunta di 13,7°C  , inferiore a quella limite calcolata per il comune di Arcole (VR).

La trasmittanza termica media della parete risulta elevata con una trasmittanza lineica rilevante

   
   

Tipologia B

Avvolgendo parzialmente il pilastro con 10 mm di AEROGEL A2 la temperatura superficiale minima interna allontana definitivamente il rischio di formazione di muffe.

In tal caso l'intervento localizzato e limitato alla geometria del ponte termico ha lo scopo principale di eliminare la formazione di infiorescenze migliorando la salubrità dell'ambiente e la temperatura percepita.

La trasmittanza lineica è sensibilmente ridotta a beneficio della dispersione globale

   
 

 

Tipologia C

Qualora l'intervento coinvolga tutta la parete e quindi risulti necessario il rispetto delle trasmittanze limite, un cappotto esterno da 30 mm di AEROGEL SW è sufficiente nel caso specifico a soddisfare i requisiti richiesti per la zona climatica "E".

La trasmittanza lineica risulta drasticamente ridotta incidendo in minor misura sulla trasmittanza media di parete. Il rischio di formazione di muffe è praticamente inesistente

   
 

 

VANTAGGI


AEROGEL A2 consente di eseguire interventi correttivi riducendo sensibilmente l'ingombro della coibentazione in corrispondenza del ponte termico.

La correzione nei nodi costruttivi critici è di fondamentale importanza poiché riduce l'incidenza dei ponti termici sulla facciata oggetto d'intervento ed allontana il rischio di formazione di muffe.

Prodotto indicato

Impiego

Correzione del ponte termico nodo pilastro in linea con muratura eseguito con AEROGEL A2

 

DS M-3.20