Protezione pesante su supporti


SOLUZIONE 10.16

 

    


1.Solaio   2.Strato delle pendenze   3.Barriera al vapore   4.AEROGEL A2   5.Manto sintetico in PVC/TPO   6.Elemento filtrante di protezione  7.Quadrotti in CLS
 

 

3. VOCE DI CAPITOLATO

Fornitura termoisolante in fibra di vetro agugliata e aerogel di silicio “AEROGEL A2”  di spessore  nominale  ............. mm[1] e dimensioni lxb  ............. mm[2]  in numero di  ............. pezzi per totali  ............. mq   con le seguenti principali caratteristiche:

  • conducibilità termica dichiarata (λD) 0,016 W/mK , densità nominale 200 Kg/mc ±10% , Euroclasse di reazione al fuoco B/s1/d0 , fattore di resistenza alla diffusione del vapore acqueo (μ) 13 , calore specifico 1030 J/Kg.K . Altre caratteristiche come da documentazione tecnica specifica.

[1] specificare lo spessore nominale : 11 - 22 - 33 - 44 - 55 mm  

[2] fare riferimento alla scheda tecnica ed inserire le dimensioni del formato disponibile

 
4. SINTESI DELLE OPERE

Le modalità di esecuzione delle opere saranno conformi agli standard attualmente in uso e si atterranno scrupolosamente al progetto esecutivo e alle disposizioni tecniche della DL .

Sulla membrana impermeabilizzante esistente che dovrà presentarsi integra, funzionale ed in generale idonea all'applicazione del sistema o qualora non presente su barriera al vapore da applicarsi ex novo sarà posato l’isolante AEROGEL A2;

sarà  posato un manto sintetico in PVC o TPO in totale indipendenza, fissato perimetralmente lungo tutte le strutture verticali mediante idonei profili preforati in lamiera zincata . Le giunzioni del manto saranno saldate per sovrapposizione ;

il manto sintetico sarà raccordato alle strutture verticali mediante strisce tagliate a misura, fissate alle strutture verticali a mezzo incollaggio o idonei tasselli con piattello di ancoraggio, quindi saldate al manto sottostante;

sarà disteso uno strato di protezione filtrante in tessuto-non-tessuto di idonea grammatura risvoltato sui bordi verticali ;

in ultima battuta si procederà con la posa di quadrotti in CLS o similari su idonei supporti in PVC con diametro adeguato e all’occorrenza regolabili in altezza ed autolivellanti.

 

 

1. DESCRIZIONE

Isolamento di copertura piana non praticabile con tecnica “tetto caldo” su solaio in laterocemento con pendenza non superiore al 5%. Protezione con zavorra in quadrotti di CLS.

Strato isolante realizzato in AEROGEL A2 posato sopra barriera al vapore, elemento di tenuta costituito da manto sintetico in PVC o TPO protetto con  strato filtrante in TNT. Zavorra composta da elementi di finitura in quadrotti di CLS postati su idonei supporti.

 
2. VANTAGGI

La praticità di posa, il ridotto spessore e la bassa conducibilità termica di AEROGEL A2 costituiscono una soluzione ottimale per l'isolamento in copertura. Il materassino può essere sovrapposto in più strati per ottenere lo spessore complessivo richiesto. 

La stabilità e durabilità delle caratteristiche termo-fisiche e dimensionali di AEROGEL A2 è garantita anche quando l'isolante viene sottoposto alle più gravose sollecitazioni.

Il rivestimento rimovibile permette una pratica e veloce ispezione e/o manutenzione dello strato di tenuta impermeabile.

5. STRATIGRAFIA DI ESEMPIO

 

-

 
1. Intonaco intradosso 15 mm
2. Solaio in laterocemento costituito da travetti con fondelli in laterizio, pignatte di alleggerimento e soletta di completamento sp. 240mm
3. Strato delle pendenze 60 mm
4. Barriera al vapore
5. AEROGEL A2
6. Manto sintetico in PVC/TPO + Strato di protezione filtrante

 

Parametri caratteristici in funzione dello spessore AEROGEL A2

 

  senza isolante* 11 mm 22 mm 33 mm 44 mm
U [W/m²K] 1,770 0,816 0,533 0,396 0,315
Yie [W/m²K] 0,844 0,148 0,080 0,054 0,041
fd 0,477 0,181 0,150 0,137 0,130
ϕ [h] 7h31' 9h41' 10h05' 10h29' 10h58'
Cip [KJ/m²K] 72,06 64,39 63,39 63,00 62,79
* escludendo gli elementi 5 e 6. Dati elaborati con software certificato

Simbologia: U = trasmittanza termica  Yie = trasmittanza termica periodica  fd = attenuazione  ϕ = sfasamento Cip = capacità termica periodica interna

 

Le informazioni, le immagini, i disegni, gli schemi e le descrizioni, sia tecniche sia generali, qui esposti sono da intendersi come esempi generici; le informazioni di dettaglio sono puramente indicative e rappresentano schematicamente il funzionamento base di sistemi e prodotti. Non si fa riferimento alle dimensioni esatte dei materiali. L’applicabilità e la compatibilità dei prodotti devono essere verificate di volta in volta in relazione al singolo progetto di costruzione dal tecnico applicatore o dal cliente sotto la loro responsabilità. Le rappresentazioni di prodotti adiacenti sono indicate solo in modo schematico. Tutte le prescrizioni e le informazioni indicate devono essere adattate alle specifiche condizioni e non devono essere intese come pianificazione del lavoro o come progettazione di dettaglio o istruzioni di montaggio. È necessario attenersi alle prescrizioni e alle informazioni tecniche relative ai singoli prodotti riportate nelle relative schede tecniche e/o omologazioni. La pubblicazione di una nuova versione annulla la validità della precedente.